CHAT

Counseling Eco-Filosofico

“L’uomo saggio vive in unità col cielo e la terra”

                                                                                                          (detto taoista)

Il concetto base dell’ecosofia è che l’interiorità dell’essere umano ha una precisa e tracciabile connessione col mondo esterno, sia esso il mondo naturale o le realtà sociali. Il sentimento di affiliazione che ci lega alla Natura, il sentirsi figli della Madre Terra, di Gaia, è innato ed è presente in tutte le culture umane, comprese quelle più tecnologicamente avanzate. Tuttavia nelle nostre società artificiali ormai molto lontane dal mondo naturale, c’è il rischio concreto che questa predisposizione innata non riceva più stimoli adeguati per fiorire. Fortunatamente stiamo scoprendo che Gaia, come una vera madre, agisce su di noi a un livello profondo, attivando la nostra attenzione involontaria e favorendo in questo modo la nostra rigenerazione psichica. Entra così in gioco l’ecologia affettiva: lo studio delle relazioni insieme affettive e cognitive che gli esseri umani instaurano con il mondo vivente e non vivente. Al richiamo di Gaia e del mondo naturale possiamo imparare a rispondere affinando i nostri sensi e le nostre capacità mentali con una pratica di meditazione di consapevolezza, la mindfulness, che si sta rivelando particolarmente efficace per ristabilire la nostra personale connessione con Gaia e con il mondo vivente.  Ascoltare la natura con la mente pronta: questo è ciò che serve per recuperare un buon rapporto con il nostro pianeta. La civiltà sembra essere giunta ad un punto di crisi drammatica, e sembra che si senta l’esigenza di un nuovo umanesimo. Che questo nuovo umanesimo sia oltre il riduzionismo meccanicista e l’antropocentrismo rozzo e sia sintesi inedita di varie discipline. Una costellazione di pensiero che ha in comune il senso e il progetto di un abitare in cui la presenza dell’uomo non si manifesti come un diventare padrone e possessore del mondo, ma si apra al dialogo col cielo, la terra, le creature tutte, confermando il detto taoista: “L’uomo saggio vive in unità col cielo e la terra”

L’antidoto ai problemi ambientali ed esistenziali del nostro tempo è lo stesso: è la riconnessione con una visione più ampia della realtà. Il counseling eco- filosofico, nato dall’incontro tra la filosofia antica, l’ecosofia e l’ecologia, promuove un percorso di crescita personale che permette di riconsiderare la propria identità in termini più vasti a partire dal dialogo con gli aspetti più profondi e autentici di sé e con il mondo naturale. Si risveglia, così, l’inconscio ecologico che riconosce la stretta interconnessione con la Terra; il desiderio di impegno attivo nei confronti dell’ambiente naturale sorge spontaneo, frutto del senso di compartecipazione. Il concetto base dell’ecosofia è che l’interiorità dell’essere umano ha una precisa e tracciabile connessione col mondo esterno, sia esso il mondo naturale o le realtà sociali. Il counseling eco-filosofico, rifacendosi a una concezione sistemica della realtà, propone una nuova visione del rapporto uomo-natura e la traduce in strategie concrete applicabili nell’ambito delle relazioni di cura, educativo, formativo, ambientalista e comunitario per favorire il risveglio della consapevolezza di essere tutti terrestri, “tutti foglie dello stesso albero”.

Contattaci